MANIFESTO DELLA RUOTA FISSA

Il più bel “trattato” sulle bici a ruota fissa (ma non solo) che ho trovato in rete:
La ruota fissa
Un movimento che é quasi una preghiera: fluido e continuo, innesca una respirazione tipica della meditazione. Una sorta di mantra che scaturisce naturale, e senza l’emissione di alcun suono. Galleggi sul terreno in uno stato mentale che é contemporaneamente di distacco dalla realtà e assoluto contatto con la realtà.
La distrazione semplicemente non é ammessa, senza alcun regio decreto ad importelo ma la ossea realtà dei fatti: non devi far male e non devi farti male, devi fare ciò che devi -spostarti per andare da A a B- e ne sei consapevole ad ogni frazione di secondo. La pena é immediata: evitabile se fai ciò che devi ma inesorabile se non aderisci corpo e anima a questa semplice verità.

Viaggi leggero, su un mezzo che pesa meno di dieci chili, ad un prezzo in termini di energia spesa assolutamente ridicolo rispetto agli analoghi risultati ottenibili con altri mezzi.

Non finisci di meravigliarti di quanto cambi il tuo ambiente circostante, quello che pensavi di conoscere a memoria. Adesso no, non é più lo stesso, asperità e pendenze -soprattutto le discese: mentre prima fischiettavi con i pedali fermi ora trattieni con muscoli prima ignoti l’avanzamento dell’insieme uomobici-hanno un altro aspetto e soprattutto diventano familiari, concretissime, ognuna con la sua caratteristica, come fossero umane.

Il tuo mezzo é assurdamente crudo. Un filo di ferro sapientemente angolato, a vederlo da lontano; dall’alto quasi invisibile, di lato il disegno di un bambino molto concentrato sulle linee dritte e sulla miracolosa curvatura delle ruote.

Tratto da http://www.movimentofisso.it/

LA SINGLESPEED/FISSA IDEALE…

Come la fareste la vostra singlespeed/fissa (ma anche a ruota libera) ???

Semplice od elaborata, tinta unita o con delle grafiche ricercate, color pastello o metallizato, in alluminio o acciaio, saldata a TIG o con le congiunzioni, manubrio da corsa/pista o flat bar (dritto tipo city), fissa o ruota libera (od entrambe), con o senza freni…

Quanto sareste disposti a spendere per la vostra singlespeed: 500, 1000, 1500 euro … ???

A voi la scelta della vostra singlespeed ideale, dei vostri sogni, od anche già realizzata … !!!

Inviate al blog idee, progetti o foto di bici già realizzate, di come per voi dovrebbe essere una singlespeed, sia essa un bici da usare tutti i giorni o da attaccare in sala come un oggetto d’arte.

Matteo DP

dpmatteo@inwind.it

Cinelli RVCA

Cinelli da sempre ha coniugato design, competizione, tecnologia con l’arte.

L’arte è nel DNA dell’azienda e artisti come Keith Haring, Mario Schifano, Alessandro Mendini, Maurizio Cattelan hanno dato il loro contributo in termini di copertine di cataloghi, allestimenti, performance, pezzi unici che sono continuamente itineranti in prestigiose esposizioni, RVCA è una giovane azienda californiana d’abbigliamento surf e skate in grande crescita che ha creato il proprio successo grazie anche alla collaborazione con artisti prevalentemente provenienti dall’area street.

Gli artisti anche qui non solo collaborano alla creazione dei prodotti, ma fungono da osservatorio e da antenna percettiva di nuove tendenze.

Dal felice incontro di un medesimo modo di intendere l’azienda, è nata questa collaborazione di 13 artisti* di grande fama che hanno interpretato la Cinelli Supercorsa Pista, un’icona del ciclismo mondiale, chi in versione scultorea, chi mantenendo intatte le caratteristiche di pedabilità, sempre in versione “fissa” da pista.

Scegliere Cinelli è stata un preciso riconoscimento non solo culturale ma anche verso un passato agonistico unico al mondo.
Cinelli con le sue Laser ha vinto un’impressionante quantità di competizioni mondiali e olimpiche e oggi lo sviluppo del programma pista e fisse è obiettivo primario di Cinelli.

Oltre ai 13 pezzi unici, è stata realizzata una bici, in produzione limitatissima di 50 pezzi, su disegno di Barry Mc Gee, l’artista di San Francisco più famoso dell’area street, i cui lavori sono presenti in vari musei.
Barry stesso, come tutti gli artisti invitati, è un ottimo ciclista e ha pedalato da ragazzo su una Supercorsa Cinelli che oggi espone con orgoglio nel suo studio.
Le biciclette sono state tutte prenotate la prima sera all’inaugurazione dell’evento chiamato “Pressure” nella galleria di RVCA ad Ashbury and Haight in San Francisco il 19/06/2008.

Il prezzo di questa esclusiva fissa è piuttosto impegantivo e si aggira attorno ai 2000 euro per il solo telaio e 3700 euro la bici completa, ma potrebbe diventare un bel pezzo da collezione.

Il bellissimo telaio Supercorsa Pista, viene anche venduto da solo (circa 1500 euro), con la forcella, con delle colorazioni “classiche” (verde jaguar, rosso ferrari, giallo, titanium…).

Matteo DP

Fiera internazionale delle bici artigianali NAHBS

Per gli amanati delle bici singlespeed, artigianali e vintage, segnaliamo la fiera NAHBS

http://www.handmadebicycleshow.com/

fiera annuale del nord america delle biciclette (soprattutto singlespeed) fatte a mano  si svolge a Indianapolis dal 27 febbraio al 1 marzo di quest’anno.

Saranno presenti costruttori di tutto il mondo, tra i quali l’italiano Zullo

http://www.zullo-bike.com/

Matteo DP

dpmatteo@inwind.it